20 de abril de 2017

Las chicas quedada de Primavera

Buon giorno a tutti:

Gironata di tanto dolore quella di oggo, ma apena un pó meno di ieri. Credo che “mia sorella” ed io, incomminciamo ad intenderci, a progresare, ed lei capisce che non deve essere cosí tanto violenta per tante giornate di següito.

Come dicevo, é stata una giornata di doleori vari, ma anche di grandi emozioni e lacrime. É incredibile come sono sensibilie. Ora vi espiego.

C’era l’appuntamento insieme alle compagne del gruppo di Aiuto ed Apoggio di Gran Canaria, ma quando stava per arrivare sul posto, mi trovo con alquino compagni di lavoro ai quali facceva tanto che non vedevo.

Quindi mi ci sono rimosse tante di quelle cose dentro di me che non sono riuscita a trattenere il pianto ad un certo punto. Mi dispiacque tantissimo per loro perche provabilmente gli incomodava il mio pianto; non pottevano sapere che era di pura emozione e di sentimenti ritrovati. Beh, rimassi per un pó a parlare insieme a loro e mi raccontavano le cose nuove accadute al centro di lavoro. Dún lato mi dispiaceva saperle, ma d’un altro provavo un immensa gioia di avere notizie dei comagni ed amici, conosciuti eppure dei nemici.

Provai allegria per una delle mie compagne promosse e per dargli gli auguri, gli inviai un Whatsapp, Dopo un pó mi chiamó al cellulare. Al sentirla, fecci fatica ancora a trattenere il pianto, ma per fortuna, dovvemmo taglaire la communicazione, cosa che gradí per poter sfogarmi.

Poco piú tardi, riprendemmo la telefonata raccontandomi la grandiosa allegria per la sua promozione e poter finalmente riuscire a lavorare a secondo come lei intende che si deve fare, cosi come le novità sui compagni, rimepiendo in questo modo i parecchi minuti di conversazione amena e distesa.

Allora arrivó il momento di arrivare al punto d’incontro con le ragazze che mi attendevano, del gruppo della fibromialgia, come vi dicevo all’inizio. Là connobbi a Marga ed a Manuela, mi ritrovai con Francisca che non manca mai, rivedetti a Lucy, sempre cosí goiosa e questa volta in compagnia della sua amica Tere; ci stavano anche la figlia di Francesca, Paqui, Pepi, Rosi, pure mabel con la sua inseparabile Rosalía, Isa… ma mancaronno nely, Mónica, Terysa e laura per affari personali, anche se già ne abbiamo voglia di ripettere per poter conoscere a quelle che non pottetero venire. Fú un bel pommeriggio, molto disteso e gradevole, dove il fattore comune é la fibromialgia, ma non é che ci si parló troppo di lei, fra rissate, confidenze, tanto buon ánimo e parole di ringraziamenti mutui per far parte di questo meraviglioso gruppo.

Alqune di loro subito si missero a pensare di fare una convivenza in certi appartament che ci sono piú a Sud. Sono fantastiche!!

Mi piacciono davvero tantissimo tutte quante cosí vitali. Medici e Psicólogi mi dovandavano spesso se a mio parere era buona idea costituire dei gruppi di persone con la fibromialgia, oppure scrivere su di questo e, prima ero già siccura e la mia risposta era positiva, ma ora stó assolutamente convinta di che é il meglio che abbiamo potuto fare per noi stesse, ammalate della fibromialgia che riescono a capirsi fea di loro meglio che nessuno, si rispettano e si danno ánimo e conforto ogni giorno.

Ve ne sono tanto grata per leggermi e vi invío baci ed abbracci di cottone, pregandovi di condividere per poter aiutare a tante altre persone.

María Díaz- Silvia Abellán (traducción)