26 de abril de 2017

Parchís

Buon giorno:

Bellissimo! Possimao godere di uno staff di Aiuto ed Apoggio fantástico e geniale. Lunedi, Bego di FribroBizkaia e Silvia di FibroAragón hanno avuto l’idea di fare una maratón di barzzelette sulle bachecche, ed ieri hanno avuto un’altra occorrenza; quella di fare una specie di Karaoke mettendo ogni persona i link o titoli delle canzoni che ci piacessero, Ci siamo aggiunti Ángeles da FibroValencia ed io da FibroGran Canaria. I gruppi oltreoceano per via degli orari diversi non hanno potuto partecipare. É stata una grande e divertentíssima idea e se ne sono andate aggiungendo per partecipare quasi tutte le compagne che ci seguono nei nostri gruppi. L’ingenio aiuta molto alla diversione. Ed oggi, chè ci sarà?

Mi sono svegliata con tantissimi dolori, moltissimi; le mie mani gonfie ed anche i piedi. Sentivo che le ginochie mi faccevano una mala passata e me le sentivo anche gonfie, ma forse era soltanto una mia percezione. Mi fa male la testa già di un pó di tempo ed oggi non sono capace di centrarmi come faccevo due mesi in dietro. La fibromialgia si apre paso sul mio corpo, ma credo -e dico soltanto credo – che ogni giorno la sopporto meglio, ogni volta me ne rendo piú conto dei limiti esistenti, ma la mente ci mette sempre piú limiti di quelli che ci da la nostra malatia (e che non sono pocchi), ed é cosí che non mi resisto e mi lascio invadere arrivando ad un accordo diario con questa mis “sorella”, spiegandoci a vicenda fin dove possiamo arrivare ogn’una giorno per giorno. Con questo riusciamo a nos sorprenderci sgradevolmente e sapere in quale posto stiamo entrambe.

Cé qualcosa che devo chiedere al dottore ed é che ogni volta che cammino o faccio cose in fretta, faccio fatica a respirare e prendere aria; non só se c’entra qualcosa o meno. Bene, pero ora vi saluto, ma già vi spiegheró come é andata questa notte nei gruppi di Aituo ed Apoggio con le nuove occorrenze lúdiche dello staff.

Grazie ancore per leggermi, e vi invio baci ed abbracci di cottone, pregandovi di condividere per poter aiutare ad altre persone.

María Díaz – Silvia Abellán (Traducción)