24 di maggio di 2017

leer

Buona sera:

Giornata fra nuvole e chiari, hihihiiii, sembro il meteo, ma é cosí, nuvole e chiari. Sará che a me particolarmente la mancanza di luminosità mi affeta tanto nell’ánimo, che quando esce il sole mi da la sensazione di avere sentito per tanto la sua mancanza.

Mi sveglai con parecchi dolori, molto presto per dei rumori, ma non ostante decissi di nos restare a casa. Collazione, medicazione un pó piú forte del solito -di riscato per questi casi – ed uscí. Per primo andai a camminare ancora, bene perche cosí possiamo andar prendendo migliore ritmo, eppure oggi mi mancava parecchio il fiato nelle salite. Dopo, il caffé macchiato di rigore e poi, ogn’una a casa sua.

Già a casa, le solite cose, lavatrice, letti, ecc. Ancora la medicazione ed escrivere. Riconosco che il medicamento di riscatto non mi ha fatto apena niente poiché sento come mi si attacca alla colonna vertebrale il mio carissimo milepiedi, che facceva settimane che non mi visitava (se ben riccordo). Vabbé, cosí é e poi vediamo quanto vuole rimanere su di me per poi partire come tante altre volte.

Una delle cose di cui me ne accorgo di piú é che stó perdendo la memoria. Sinceramente in molte occassioni non riccordo cosa devo fare o cosa ho fatto. A volte riccordo le cose come se fossero state un film, non avendole visute in prima persona. Da un lato va bene, ma dún altro ti perdi i riccordi dei bambini propi. Quindi, parecchie foto e video sul cellulare.

A livello cognitivo devo riconscere che ogni volta cancello di piú quello che escrivo perche mi si arrigidiscono le dita e perche parecchie volte ho errori ortografici, ma prima non mi succedeva; allora, correttore del P.C. che mi avvisa di quale parola é escrita male, ma non la coregge automáticamente, cosí me ne accorgo di quello che ho fatto male e lo sistemo io.

Tutto l’altro va piú o meno bene. Continuo mangiando sano -qualche volta un gelatino – fare esercizio, ho alta la morale e la stessa illusione di arrivare a le persone le cui abbiano voglia di llegermi in questo blog ed a cui li possa aiutare, che poi dico io che é per questo per il cui lottiamo le mie compagne ed io, per aiutare e dare sostegno.

Grazie di lleggermi e vi invio baci ed abbracci di cottone pregandovi di condividere per aiutare piú persone.

María Díaz – Silvia Abellán (traducción)